Donazione per strumentazione diagnostica

Il primo aprile scorso, abbiamo fatto una donazione di 1000 euro per strumentazione diagnostica (tamponi COVID-19) all’Associazione VO-LA di Santa Giustina.

Chi desidera farci pervenire un contributo, lo può fare tramite bonifico bancario al nostro IBAN IT 15 K 0890461310025000001845 (Banca Prealpi): i soldi saranno usati per aiutare le famiglie in difficoltà.

Dio non può essere ovunque, ecco perché ha creato i volontari e i donatori.
(Fabrizio Caramagna)

I ceppi del sorriso

Quest’anno regaliamo sorrisi: venite a trovarci al mercato di Santa Giustina (il 06/12 al mattino), oppure presso le chiese di Santa Giustina, Formegan e San Gregorio (il 08/12 dalle 9.00 in poi) e, questo Natale, aiutateci a regalare qualche sorriso in più.

 

Mostra-mercato di Santa Giustina

Saremo presenti alla mostra-mercato di Santa Giustina nei giorni 4-5-6 ottobre 2019, dalle 9.00 alle 21.00.

Con un piccolo gesto, ci aiuterete a rendere migliore la vita di qualcuno: vi aspettiamo, non mancate!

Ringraziamento al Coro di Soranzen

Carissimo Coro di Soranzen,

Desideriamo esprimere un profondo ringraziamento per la Vs. generosità. Nei giorni scorsi è giunta in associazione la Vostra donazione che sarà destinata al progetto di aiuto alle famiglie in difficoltà.

E’ solo grazie a gesti di solidarietà come il Vostro ed al costante contributo dei volontari, che Associazioni piccole come la nostra, hanno la possibilità di continuare ad esistere.

Vi invitiamo a tenervi aggiornati sul nostro sito www.stelladellasperanza.it.
Con l’occasione salutiamo cordialmente.

Santa Giustina, 31-7-19

Il Presidente Mauro Dalla Rosa

Aiutaci con il tuo 5×1000

Aiutaci a sostenere la nostra associazione con il tuo 5×1000: attraverso noi, darai una mano alle famiglie in difficoltà, a cui distribuiamo pacchi alimentari, oppure paghiamo le rette scolastiche o le con le bollette. O ancora le sosteniamo con dei buoni benzina, offrendo corsi ai bambini, rimborsando visite mediche etc.

Donare il tuo 5 x mille non ti costa niente, ma aiuterà molte persone!

Scarica il biglietto da visita con gli estremi per l’adesione [pdf – 84kb]

Scarica il volantino con gli estremi per l’adesione [pdf – 361kb]

“Stella della Speranza a sostegno di malati e persone sole”

Da “Il Veses – Finestre sulla Val Belluna” di gennaio 2019.

Questo il testo dell’articolo:

“La Stella della Speranza ha inaugurato il 2019 con una donazione, questa volta a favore degli ammalati e delle persone sole sostenute dalla “Associazione Parrocchiale Volontari per l’Assistenza Malati” di S. Giustina eCergnai. Materiale e strumentazione professionale utile per le persone con difficoltà di deambulazione: un sollevatore, una carrozzina completa di particolari accessori come le ruote facilmente staccabili e che può passare anche in porte da 70 cm, un letto ospedaliero, due deambulatori. Associazione Assistenza Malati opera a domicilio in collaborazione con l’associazione Cucchini e Mano Amica, ma anchea utonomamente coordinata dalle assistenti sociali, in attività sia in ausilio che per compagnia. La Stella della Speranza Onlus dal 2010 opera nel territorio a sostegno delle famiglie e delle persone indigenti, ma sempre con uno sguardo di attenzione verso nuovi bisogni. Prima di Natale ha sostenuto con interventi concreti due comuni alluvionati dell’Agordino e l’associazione Belluno Donna Onlus che si interessa delle donne che subiscono violenze. Solidarietà con la “S” maiuscola elargita grazie a quete persone dall’animo gentile e sostenuta dalla generosità della gente che ci aiuta e contribuisce a questo volontariato. Grazie per quello che fate.” 

Clicca per leggere l’articolo sul sito de Il Veses.

 

Belluno Donna ci scrive

Riceviamo e volentieri condividiamo i ringraziamenti dell’Associazione Belluno Donna ONLUS:

“Avete voluto aiutarci a coprire un po’ delle tante spese che dobbiamo sostenere per il Centro Antiviolenza e per la Casa di Secondo Livello, ve ne siamo davvero grate.

Questo vostro contributo, oltre ad esserci molto utile, dimostra anche di aver capito il nostro lavoro e quanto sia importante, per tutti, risolvere il problema della violenza di genere, ancora semisconosciuto, ma tanto diffuso anche sul nostro territorio.

Con riconoscenza, i più cordiali saluti.”

Qui la lettera dell’associazione [pdf – 116kb]